News

Riposi giornalieri e assegno di maternità

Con il messaggio 27 luglio 2018, n. 3014 l’INPS ha comunicato le nuove modalità di presentazione delle domande di riposo giornaliero per allattamento e di assegno di maternità dello Stato.

Ai sensi degli artt. 39, 40 e 41 del d.lgs. n. 151/2001, sono riconosciuti periodi di riposo giornaliero per allattamento alle lavoratrici madri dipendenti in caso di parto, affidamento o adozione di un minore.

Le lavoratrici madri possono fruire di tali permessi durante il primo anno di vita del bambino o, in caso di adozione o affidamento, entro il primo anno dall’ingresso in famiglia del minore.

Per quanto concerne, invece, l’assegno di maternità per lavori atipici e discontinui, l’art. 75 d.lgs. n. 151/2001 riconosce l’erogazione di tale prestazione previdenziale a carico dello Stato per ogni figlio e per ogni minore in affidamento preadottivo o in adozione.

L’INPS ha inoltre previsto un periodo transitorio – pari a tre mesi a decorrere dal 27 luglio 2018 – durante il quale sarà ancora possibile inviare le domande per le summenzionate prestazioni secondo le modalità tradizionali.

Il testo del messaggio

Hai trovato interessante questo articolo?
L'iscrizione alla newsletter è completamente gratuita e consente agli iscritti di ricevere e-mail contenenti informazioni, approfondimenti e notizie relative al diritto del lavoro direttamente dallo Studio Legale Albi.